Si converte a islam e jihad, spara su 3 chiese: arrestato

wendell-fb-copieStati Uniti. Ha usato un’arma automatica, probabilmente un’AK-47, per far fuoco, in un caso anche ripetutamente, contro tre chiese di Shelbyville: per questo Wendell Tobias Buchanan, un uomo di 30 anni, è stato arrestato dallo sceriffo della contea di Bedford, nel Tennessee. L’individuo si era da poco convertito all’islam ed è proprio in nome della jihad che ha dichiarato sulla sua pagina Facebook di aver compiuto questo gesto, citando versetti del Corano. Ad incastrarlo, sono inoltre alcune testimonianze raccolte sui luoghi degli attentati.

L’uomo ha comunque numerosi precedenti specifici: sulle spalle ha 9 imputazioni per atti vandalici, 5 per profanazione di oggetti sacri e 4 casi di danneggiamento. L’ipotesi su cui gli inquirenti stanno lavorando è capire se possa esservi una rete terroristica dietro di lui, pronta a servirsi di chi, come lui, da neofita, sia magari più determinato di altri nel compiere gesti anche estremi in nome della nuova fede.

Non è la prima volta che accadono situazioni di questo tipo. Del resto, l’AK-47 è un’arma del tutto particolare: si tratta di un fucile d’assalto a fuoco selettivo, prodotto nel 1945 da Michail Kalašnikov nell’allora Unione Sovietica e da allora via via perfezionato. E’ noto per la sua estrema precisione e per la possibilità di dotarlo di una potenza di fuoco addizionale. E’ affidabile, economico e facile da impiegare. Per questo è attualmente in dotazione presso le forze armate di tutto il mondo. Ma anche presso milizie irregolari e nuclei terroristici.

Per questo ora è importante capire come Buchanan si sia procurato la pistola e soprattutto chi gliel’abbia fornita.