Indonesia: chiesa incendiata, morta una bimba, altri 3 feriti

IndonesiaAttentato jihadista lo scorso 13 novembre alla chiesa di Samarinda, capitale della provincia del Kalimantan orientale, isola del Borneo, in Indonesia. Alcune bottiglie molotov sono state fatte esplodere all’interno. Il bilancio è di quattro bambini feriti, tutti di età compresa tra i 2 ed i 4 anni: stavano giocando nel parcheggio dell’edificio sacro, quando un uomo in moto, con indosso una t-shirt con la scritta «jihad», è sopraggiunto ed ha lanciato i rudimentali ordigni. Una delle vittime, Intan Olivia Marbun, una bimba di 2 anni, è deceduta all’indomani, a seguito delle gravi ustioni riportate, secondo quanto riferito dalla Polizia.

Il terrorista islamico, ritenuto l’autore dell’attacco, è già stato arrestato: si tratta di Jo Juhanda Aceng Kurnia bin Muhammad, di 32 anni. Fa parte del gruppo Jemaah Asnyarut Tauhid, alleatosi con l’Isis.

Prima dell’assalto, si era fermato nella moschea del vicino villaggio di Sengkotek. L’uomo venne già condannato quattro anni fa per atti di terrorismo.