Chi siamo

Il fenomeno della “cristianofobia” è cresciuto in questi anni. Il termine è attestato per la prima volta nel 2003 all’interno di una Risoluzione dell’Onu, in un significato simile a quello di antisemitismo e islamofobia. Nonostante il lemma possa far pensare ad una “paura” verso il cristianesimo, si tratta principalmente di una forma di pregiudizio, che sfocia spesso nella persecuzione violenta e nella discriminazione a tutti i livelli (istituzionale, sociale, mediatica, individuale).

Negli ultimi anni, numerosi siti si sono occupati del fenomeno, mettendo in evidenza una situazione in continua evoluzione. Attualmente, un punto di riferimento autorevole è l’Osservatorio viennese sull’intolleranza e la discriminazione contro i Cristiani in Europa”.  L’agenzia di informazioni Corrispondenza Romana, a cui siamo collegati, dedica inoltre ampio spazio alla cristianofobia nelle sue notizie.

Nostra intenzione è quella di affiancarci alle lodevoli iniziative in difesa della libertà dei cristiani già esistenti: Ci proponiamo perciò di documentare ogni forma di aggressione ai princìpi, agli uomini e alle cose cristiane e di promuovere e sostenere tutte le iniziative pubbliche contro la cristianofobia attraverso:

  • la raccolta sistematica di notizie nazionali e internazionali;
  • l’approfondimento delle tematiche più urgenti;
  • una bibliografia di fonti e documenti accessibili on-line;
  • lo sportello “Anche tu corrispondente”.

Anche tu corrispondente. In questa pagina troverai tutte le informazioni. Non si tratta né di un blog, né di un forum, ma di uno sportello diretto. I contenuti non saranno immediatamente visibili, ma tutti saranno letti e valutati con attenzione dal nostro staff.
È importante la collaborazione di tutti, anche della tua. Qualsiasi segnalazione, anche quella che ti sembra meno grave è fondamentale per noi, per capire sempre meglio il fenomeno.
Anzi, abbiamo bisogno della tua corrispondenza.